loading...
Diletta Leotta sulle foto rubate: “Mi sono vergognata ma ho pianto solo dopo 3 giorni” – News dal Globo

Diletta Leotta sulle foto rubate: “Mi sono vergognata ma ho pianto solo dopo 3 giorni”

Diletta Leotta sulle foto rubate: “Mi sono vergognata ma ho pianto solo dopo 3 giorni”
Diletta Leotta, intervistata dal Corriere della Sera, ha parlato dell’incresciosa vicenda che l’ha vista protagonista nel settembre scorso. Alcuni suoi scatti privati sono stati diffusi in Rete. La giornalista ha spiegato che erano foto vecchie e che rivedendole si è “un po’ vergognata”. Oggi, incoraggia chi è nella sua stessa situazione, a reagire in modo lucido senza sentirsi in colpa.

Diletta Leotta, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, ha parlato per la prima volta di quanto accaduto nel settembre scorso. Alcuni suoi scatti privati – insieme al suo numero di cellulare – furono trafugati e diffusi in Rete. La giornalista di Sky, ha dichiarato di aver capito sin da subito, quanto fosse grave la situazione:
“Ero a casa, da sola. Da cosa ho capito che la situazione era grave? Dal mio telefonino. Non la smetteva di squillare: chiamate, messaggi, WhatsApp, videochiamate. Ho dovuto tenerlo spento per giorni. Ci tengo a specificare che solo cinque o sei foto mi appartenevano. Le altre, i video, gli audio che ho visto girare: tutti finti”.

Non appena la notizia si è diffusa, Diletta Leotta ha reagito con coraggio, ha ceduto solo tre giorni più tardi: “No, non ho pianto. Ho tirato fuori una forza che non credevo di avere. Dopo tre giorni sì, ho ceduto”. Le foto finite in Rete, risalivano a diversi anni fa: “Non le definirei nemmeno sexy, erano giocose, riguardandole mi sono anche un po’ vergognata”. Un paio, le aveva inviate a qualcuno, cosa che oggi non rifarebbe a cuor leggero.

Diletta Leotta: “A chi ha vissuto la mia stessa esperienza consiglio di non sentirsi in colpa”
Alla luce della sua esperienza, ha dato un consiglio a chi potrebbe ritrovarsi nella sua stessa situazione: “Ci tengo a dire alle ragazze o ai ragazzi a cui è accaduta una cosa del genere che non bisogna sentirsi in colpa. Bisogna reagire ed essere lucidi. Ognuno ha il diritto di fare ciò che vuole con la sua vita, il suo privato, la sua intimità e il suo telefonino. Io non ho cambiato una virgola. La cosa più giusta da fare è tornare subito alla quotidianità. Riprendere le abitudini e farlo a testa alta”. Subito dopo l’accaduto, Diletta Leotta ha sporto denuncia. Oggi, invoca una legge che possa garantire la privacy:

“Siamo nel 2016, servirebbe una legge che faccia sentire le persone sicure. E consapevolezza in merito al fatto che far circolare foto private di qualcuno è reato”.

Diletta Leotta: “Io e Matteo Mammì non ci stiamo per sposare”
Da due anni, Diletta Leotta è fidanzata con Matteo Mammì, dirigente Sky Matteo. In proposito, la giornalista ha dichiarato: “Conviviamo a Milano ma, al contrario delle voci che girano, non ci stiamo per sposare. Vengo da una famiglia numerosa, ho due sorelle e un fratello, e penso sicuramente a farmene una. Adesso però è presto”.

Sul nostro sito puoi trovare moltissimi articoli interessanti e divertenti con il quale passare il tuo tempo, fai un giro tra le varie categorie per trovare ciò che più ti interessa. Ti ringraziamo per la visita e per il supporto e ti invitiamo a tornare presto per scoprire le novità che abbiamo in serbo per te. Se hai trovato interessante la notizia, continua a seguire a nostra pagina su facebook Le sportive. Qui troverai tanti altri video e notizie particolari che potrai condividere con i tuoi amici sui social che preferisci.
(Visited 1.116 times, 1 visits today)

Be the first to comment on "Diletta Leotta sulle foto rubate: “Mi sono vergognata ma ho pianto solo dopo 3 giorni”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*